Alpa Aikido

cognard alpa 2017

 

pdf ico

ITA

pdf ico

FRA

pdf ico

ENG

 

Glossario

Glossario: A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

I Numeri

Nel Dojo e sul Tatami

Forme di Attacco

A

Ai: esprime un concetto generico d'unione, nel senso più compiuto d'armonia, armonizzazione, affinità, conformità, unificazione
Aite: compagno d'allenamento
Arawareru sekai: il mondo apparente, la fenomenalità
Ashi: piede
Atemi: colpi; nella pratica dell'Aikido sono solo accennati in direzione dei punti vitali del corpo
Ayumi-Ashi: camminata normale, in cui un piede alternativamente supera l'altro
Awase: armonizzazione

B

Bokken: spada di legno per allenamento riproducente una Katana, la spada tradizionale del Samurai rappresenta l'abilità marziale per rendere superfluo il combattimento
Bu-do: discipline marziali, utilizzo della tecnica unito ad un sistema etico di riferimento
Bushi: guerriero, samurai
Bushido: la via del guerriero
Buki: armi

C

Chakra: centri nei quali il ki, opportunamente canalizzato, giungono a risvegliare alcune funzioni sottili
Chòka: poesia lunga di 5, 7, 5, 7, 5, 7, 7 sillabe
Chudan: parte mediana del corpo che comprende l'addome

D

Dan: grado d'apprendimento che riguarda le cinture nere
Do (Michi): via, sentiero. Percorso evolutivo
Dojo: luogo in cui si pratica e si studia la Via

G

Gyaku: invertire; in Aikido Gyaku-hanmi significa che se Uke è in profilo destro, Seme è in profilo sinistro e viceversa
Gedan: parte inferire del corpo comprendente le ginocchia
Gi: abito per l'allenamento nelle arti marziali (ki-mono)

H

Haiku: poesia brevissima di 5, 7, 5 sillabe
Hakama: pantalone largo tradizionale vestito dai praticanti d'Ai Ki Do, Ken Do, Kyu Do, Iai Do e anche dai Maestri d'alcune scuole di jujutsu tradizionale. Nella tradizione parte integrale dell'abbigliamento del Samurai
Hanmi: posizione di guardia
Happo giri: azione di mòvimento nelle Otto direzioni
Hara: la regione addominale, centro vitale dell'uomo
Hara kiri: suicidio per sventramento. Dizione corrente giapponese
Hidari: sinistra, posizione naturale di guardia sinistra
Hiji: gomito
Hishiryo: una coscienza al di là d'ogni pensiero

I

Irimi: azione d'entrata diretta verso l'avversario

J

Ji: fatti, realtà
Ji sekai: il mondo reale, quello che non appare ne scompare non inizia e non finisce
Jo: bastone, arma tradizionale nella pratica dell'Aikido, generalmente lungo 126 cm
Jodan: parte superiore del corpo comprendente il collo e la nuca
Jodori: prendere il bastone
Jutsu: arte

K

Kaesci: girare Kaesci- waza = girare una tecnica
Kannagara: volere divino
Kamae: guardia, postura
Kami: superiore, sono Kami gli antenati divinizzati nella tradizione Giapponese. Kami-Za la zona d'onore nell'ambito del Dojo
Kaiten: movimento rotatorio
Katame-Vaza: tecniche di controllo immobilizzazioni
Keiko geikoj: allenamento
Ken: spada, rappresentazione simbolica dello spirito, di legno per esprimere una volontà pacifica, simbolo di prosperità e felicità
Ken-sen: la linea delle spade, linea dove le energie s'incontrano
Kihon: fondamentale, il comportamento fisico mentale nell'allenamento
KI: energia originale, che consente alla vita di manifestarsi
Ki no musubi: legare le energie
Kime: energia
Kokyu: respirazione, energia respiratoria. respiro dell'universo
Kokyu-Ho: metodo con cui si deve sviluppare l'energia lo spazio e il tempo senza l'utilizzo della forza muscolare
Kokyu Roku: armonia indissolubile della manifestazione. Respiro cosmico
Koshi: parte del corpo che comprende le anche
Kote: dorso della mano
Koto Tama: parola-spirito; mantra
Kuden: segreto, trasmissione dalla bocca del Maestro all'orecchio dell'allievo
Kumitàchi: tecniche d'allenamento a coppie con la spada
Kyoshi: ritmo
Kyu: gradi degli allievi. Dal 9° per i bambini o 6° per gli adulti fino al 1°

M

Ma-ai: distanza
Mae: avanti
Mae-Geri: colpo con piede
Meguri: predeterminare con il corpo lo spazio della relazione
Misogi: purificazione
Moku roku: certificazione della trasmissione tecnica. Il documento anticamente un rotolo contenente le tecniche
Mokuso: postura adottata durante la meditazione Zen
Mu sha shugyo: l'allenamento intenso di chi cerca, in ogni modo, la Via
Mushotoku: senza intenzioni, preconcetti e pensieri. La non ricerca del conseguimento

N

Nage-Waza: tecniche di proiezione
Nidan: secondo Dan

O

Obi: cintura
Omote: avanti positivo
O sensei: Grande maestro; per estensione, il Fondatore

R

Rei: saluto
Ri: verità
Ri Ai: congruenza delle verità
Riitzu-rei: inchino da eseguire in piedi per salutarsi
Rònin: Samurai senza padrone

S

Sabaki: movimento
Samurai: guerriero, membro della classe militare nell'età feudale del Giappone
Sandan: terzo Dan
Satori: illuminazione
Sei-Za: posizione di riposo in ginocchio con i glutei tra i talloni
Sensei: maestro di pratica, lett. nato prima
Seppuku: suicidio per sventramento
Shihan: Maestro di grado elevato
Shin: il cuore, l'anima, lo spirito, l'intuizione
Shinto: religione originaria del Giappone letteralmente: la via degli Spiriti
Shizen-Hon-Tai: posizione naturale di base
Shodan: cintura nera 1 Dan
Shomen-Uchi: attacco frontale dall'alto
Soto: esterno
Suwari: seduti
Suwari-waza: tecniche effettuate in ginocchio

T

Tai: corpo
Tai-Sabaki: movimenti,spostamenti
Taiso: ginnastica (nella nostra scuola aiki taiso: ginnastica dell'essere corpo-spirito)
Tanden: centro vitale
Tanintsu kakari: attacco multiplo
Tanka: poesia breve di 5, 7, 5, 7, 7 sillabe
Tanto: coltello
Tatami: materassini d'allenamento che permettono l'assorbimento delle cadute
Te: mano
Tekubi: polso
Tenkan: movimento di Taisabaki spostamento che, partendo dalle anche con i piedi che si spostano in un circuito rotatorio
Tori: colui che esegue le tecniche
Tsugi-Ashi: piede seguito; movimento dei piedi in cui il piede posteriore non sorpassa mai l'anteriore
Tsuki: colpo diretto frontale; può essere eseguito con un pugno, con il Ken o con il Jo

U

Uchi: interno
Uchideshi: discepolo diretto
Uchi kai ten: tecnica da eseguire con movimento rotatorio all'interno
Ude: braccio
Ukemi: cadute
Ukemi-Waza: tecniche di caduta. mai-ukemi, caduta in avanti
ushiro-ukemi: caduta indietro; yo-ko-ukemi, caduta laterale
Ura: rovesciare, opposto, negativo
Ushiro: dietro, indietro. Ushiro-ukemi, caduta indietro
Ushiro-waza: tecniche di difesa contro un attacco da dietro

Y

Yamè: Stop, tornare al punto di partenza
Yoko: lato
Yokomen: fendente obliquo- laterale
Yokomen-uchi: fendente laterale che va a colpire la tempia
Yoshi: buono

W

Waza: tecniche
Waca-sensei: giovane maestro

Z

Zan-Shin: qui e ora corretto atteggiamento mentale di fronte a qualsiasi evento
Za-Zen: metodo di meditazione rimanendo seduti, di fronte ad un muro bianco
Zen: concentrazione meditazione senza oggetto, ritorno allo spirito originario e puro dell'essere
Zori: sandali di paglia intrecciata

Numeri:

1 . Ichi

2 . Ni

3 . San

4 . Shi o Yon

5 . Go

6 . Roku

7 . Shichi

8 . Hachi

9 . Ku

10. Ju


11. Ju-ichi

12. Ju-ni

13. ju-san

14. ju-shi

15. ju-go

16. Ju-roku i

17. Ju-shichi

18. Ju-hachi

19. Ju-ku

20. Ni-ju


21. Ni-ju-ichi

22. Ni-ju-ni

23. Ni-ju san

30. San-ju

31. San-ju-ichi

32. San-ju-n

32. San-ju-ni

38. San-ju-hachi

49. Shi-ju-ku

50. Go-ju

Nel Dojo e sul Tatami:

All'inizio della lezione, l'Insegnante:

Mokuso - Meditazione

Mokuso yame - Smettere: yame da yameru fermare

Shomen ni rei - Saluto al Kamiza

O negai shimasu - Desidererei che facciate una buona pratica

Gli Allievi:

O negai itashimasu - Noi desideriamo ricevere una buona pratica desideriamo praticare bene

L'Insegnante:

Tatte kudusai - Alzatevi

Shin kokiu - Grande respirazione

Alla fine della lezione, l'Insegnante:

Seiretsu / Shite kudasai - Vogliate fare un allenamento corretto

Arigato gozaimashiita - Vi ringrazio per quello che è stato fatto

Gli Allievi:

Domo arigato Gozaimashiita - Come sopra, con una sfumatura di cortesia verso l'insegnante.

Waza - Tecnica, tre forme differenti di pratica:
    1. Tachi Waza (tatsu=essere in piedi) - due partner o più di due,lavorano in piedi;
    2. Hanmi hantachi waza - chi esegue le tecniche in ginocchio,chi le subisce in piedi;
    3. Suwari waza (suwaru=sedersi) - tutti i praticanti sono in ginocchio.
Posizioni nel Dojo:

Kamiza:

Est - Muro dei kami, degli dei. L'est è il lato del sol levante, il momento in cui il sole possiede il massimo potenziale, ìl momento massimo della energia Yang. Solamente l'insegnante siede al Kamiza;

Joseki

Sud - Lato per gli Ospiti d'onore, di rango superiore all'insegnante che conduce la lezione, o per gli assistenti, se invitati;

Shimoza

Nord - Dove si siedono gli allievi;

Shimoza

Ovest - Lato degli invitati.

Forme di Attacco:

Kogeki-ho - Le forme di attacco.

Katate kogeki-ho - Attacco con una sola mano.

Aihanmi katate dorì - Sullo stesso profilo, presa ad una mano.

Gyakuhanmi katate dori - Sul profilo contrario, presa ad una mano.

Kata dori - Presa ad una spalla.

Munedori - Presa al petto.

Sode dori - Presa alla manica.

Hìji dori - Presa al gomito.

Atemi - (ateru=inviare qualcosa, mi=corpo) Colpire.

Shomen uchi - (sho=qualcosa che viene dall'alto; men=testa; uchi dal verbo utsu=colpire).

Yokomen uchi - (yoko=di lato).

Tsuki - Colpo diretto frontale può essere eseguito con pugno, Jo e Bokken, a diverse altezze: Jodan parte superiore del corpo, Chudan al plesso solare,Gedan colpo verso il basso.

Ryote kogeki-ho - Attacco con due mani.

Katate ryote dori - Presa da un solo lato con due mani.

Ryote dori - Presa alle due mani.

Ryo sode dori - Presa alle due maniche.

Ryo kata dori - Presa alle due spalle (kata = spalla).

Ushiro katate kogeki-ho - Tecniche di difesa da una attacco da dietro.

Ushiro katate eri dori - Attacco da dietro e con una sola mano al collo.

Ushito ryote kogeki-ho - Attacco da dietro con due mani.

Ushiro ryote dori - Presa alle due mani.

Ushiro ryo sode dori - Presa alle due maniche.

Ushiro ryo kata dori - Presa alle due spalle.

Uschiro katate dori kubi shime - Da dietro presa ad una mano ed al collo in strangolamento.

Geri - Colpo con piede, calcio.

Mae geri - Calcio verso l'avanti - jodan, chudan, gedan.

Yoko geri - Calcio laterale.

Mawashi geri - Calcio in rotazione.

Ushiro geri - Calcio all'indietro.

Ura mawashi geri - Calcio circolare rovesciato.

Come chiedere l'hakama:

Hakama o negai itashimasu - Hakama, per favore.

Domo arigato gozaimasu - Ringraziamento, quando la si riceve.

Domo arigato gozaimashita - Ringraziamento, quando la si ritorna.

Quando si mangia:

Seiza shite (Kudasai) - Seiza (per favore).

Itada kimasu - Buon appetito.

Gochiso sama Deshìta - Vi ringrazio per l'eccellente pasto che mi è stato offerto.